Il lato oscuro degli uomini soli – Capitolo 8

L'ombra dello scrittore

L’ombra delle parole di uno scrittore

Una ombra oscura nella notti d’inverno si aggirava sotto i tetti per ripararsi dal freddo.

Nei sogni dello scrittore compare sempre l’ombra degli “Uomini Soli”.

Le giornate di un senza tetto sono molto più lunghe, pensava lo scrittore mentre dormiva.

Cosa fanno i clochard e come passano il loro tempo oltre a chiedere l’elemosina.

Tutti questi pensieri diventavano sempre più oscuri come dentro a uno dei suoi romanzi.

“L’essere se non ha nessuno avere cosa può possedere se non l’altro per vivere?”

Lo scrittore Giorgio era famoso per gli altri ma quando andava a dormire si sentiva come un clochard.

Il suo lato oscuro lo faceva diventare un uomo solo come Silvio il clochard che dormiva sotto il tetto freddo di un gazebo.

Una mattina lo scrittore Giorgio  arrivò una chiamata che il merlo fece risaltare imitando il suono del telefono.

<<Drin,Drin ripeteva il merlo.>>

<<Drin,  Drin vuoi rispondere Giorgio.>>

Prima che Giorgio si alzasse dal letto la sua ombra di uomo solo si mosse , ma era solo il riflesso che un raggio di sole entrava dalla finestra per creare la sua ombra.

Giorgio rispose al telefono ,<< Pronto chi parla ?>> chiese lo scrittore.

Una voce che lo scrittore conosceva bene gli disse ,<< Sono Roberto il tuo amico poeta , ti sto chiamando perché ieri sera mentre tornavo a casa ho visto l’ombra di un clochard sotto a un coperta.>>

Chiese Giorgio al amico ,<<Sei riuscito a vedere chi era quel clochard  chic’era sotto quella coperta?>>

<<No , ma io sono sicuro che è la persona che cerchi!>> rispose il poeta.

Giorgio senza salutare il suo amico  chiuse  la chiamata senza chiedere dove aveva visto quel clochard.

Si vesti di fretta e furia per andare alla ricerca del clochard.

Mentre scendeva le scale la voce della sua ombra gli trasmetteva uno dei ultimi sogni della notte che gli faceva vedere una piazza con un gazebo dove c’era “Il lato oscuro di un uomo solo”.

La ricerca di Silvio per le vie di Milano

Lo scrittore inizio a girare la città alla ricerca di questo gazebo perché il posto poteva essere una piccola dimora che nascondeva Silvio il clochard.

Quando aveva perso tutte le speranze vide all’improvviso una ombra di una persona spuntare dietro a un albero secolare.

Silvio il clochard emerse dalla ombra lasciando senza paole il ricco scrittore.

Mentre lo scrittore ci accingeva a raggiungerlo aspettando che il semaforo di via Pisa diventava verde Silvio scomparve di nuovo con la sua ombra.

Questo repentino arresto dei passi in mezzo alla via creo un suono di clacson ,”Beep, Beep” degli automobilisti che per poco non lo investivano.

Quando lo scrittore raggiunse il gazebo dietro l’albero vide un ammasso di coperte con un cartello nell’ombra con scritto “Sono Silvio , torno subito se mi state cercando aspettate che le ombre della sera coprono le vostre immagini e dietro a un cumulo di vecchi libri mi potete trovare”.

Un nuovo enigma apparve una mattina allo scrittore dal uomo che stava cercando e che per una frazione di tempo aveva rivisto.

La mattina divenne per Giorgio il romanziere una nuova giornata senza risposte, ma con un enigma in più.

Ma la sua unica certezza che Silvio il clochard con i suoi messaggi voleva solo insegnare con i suoi messaggi come un uomo che per vivere doveva uscire dalla sua ombra degli “Uomini Soli”.

Silvio il clochard nascondeva un segreto dietro a qulla vita di solitudine è voleva che lo scrittore lo scoprisse risolvendo i suoi enigmi.

L’affetto è quel bisogno che ogni uomo vuole avere dai suoi figli quando un matrimonio si scioglie al sole come quello che si nasconde dietro “Il segreto del clochard Silvio.”

===============================================================

Dal vostro scrittore e lettore vi invita al prossimo 9° capitolo che lo scrittore Giorgio sarà impegnato a scoprire qual’è “Il segreto del clochard Silvio“.

Siete invitati a leggere il prossimo capitolo per rimanere sintonizzati su questa mini serie di storie comuni.

PasqualeC

         

Print Friendly, PDF & Email
My Blog Vision Sharing
Questa voce è stata pubblicata in Romanzi. Contrassegna il permalink.