Il segreto del clochard Silvio – Capitolo 9

Lungo una via nel centro di una città svolazzava un fogliettino che una persona ignota aveva scritto.

“La vita è il mondo dei segreti che ogni uomo nasconde nel profondo della sua anima.”

Erano pensieri dello scrittore Giorgio oppure del Clochard Silvio…

<<I giorni sono delle vicende che accadono ad ognuno di noi  che bisogna sapere convivere nel tempo.>>

Queste frasi facevano parte di un sunto del nuovo libro dello scrittore oppure erano scritte come il presagio di una piccola parte del segreto del Chlocard.

Il bigliettino che svolazzava come uno uccellino nel cielo di Milano era stato raccolto da Massimo Mosca.

Massimo Mosca è un noto critico e Influencer Manager per la rivista di Psicologia e Filosofia dell’università Cattolica di Milano.

Tutte quelle frani con altre avevano un significato ancora più profondo come :

“La vita è un soffio di vento che scorre verso la meta.”

Massimo è anche un grande lettore dei romanzi di Giorgio che penso subito:

“Forse questo bigliettino che svolazza nell’aria la perso Giorgio il romanziere per il suo nuovo libro.”

Il giorno seguente Influencer Manager Massimo provo a contattare Giorgio per consegnargli il fogliettino che pensava che aveva perso.

Drin Drin squilla il telefono in casa di Giorgio.

Drin Drin è parte la segreteria dopo 4 squilli.

“Buon Giorno sono Giorgio il romanziere se mi cercate , lasciate un messaggio che appena torno vi richiamo.”

Massimo sapendo che quel bigliettino poteva essere molto importante fece il 5 squillo è solo dopo l’ultimo il romanziere rispose.

“Pronto sono Giorgio il romanziere cosa desiderate ?”

Roberto fece un sospiro di sollievo sapendo che Giorgio rispose è disse:

“Buon Giorno Sig.re Giorgio sono Roberto un editorialista della rivista di Psicologia e Filosofia dell’università Cattolica di Milano.”

Disse ancora Roberto a Giorno:

“La contatto per fissare un appuntamento perché per strada ho trovato un fogliettino che forse lei ha perso!”

Giorgio gli disse :

“Va bene ci vediamo oggi pomeriggio al Caffè degli Artisti vicino a Piazza della Scala alle 15:00 è mi fai vedere do cosa si tratta.”

Nel retro del bigliettino c’era anche scritto una altra frase che Roberto non si era accorto con la sigla del Clochard Silvio.

“La vita mia vita era bella come una stella che brilla nel cielo ma la luna piano piano è sta coperta dalla Terra è la mia vita è diventata una eclissi lunare.”

“Io vivo nell’ombra della notte sotto la mia eclissi ha causa della mia ricchezza che mi fece diventare povero.”

“Una donna di mala fede si portato via tutto il mio oro peggio di una Pirata dei Caraibi è mi lasciato solo senza un soldo sotto alla mia Eclissi  questo è uno dei miei segreti del fatto che io sono diventato un Clochard.”

“Questi bigliettino se qualcuno lo trova è mi vede in giro non trattatemi male perché io sono il Clochard Silvio dalla vita pieni di segreti ma nobile di cuore.”

Firmato CG.

=======================================================================================

Dal vostro scrittore e lettore vi invita al prossimo 10° capitolo che lo scrittore Giorgio sarà impegnato a scoprire qual’è “Il caffè degli artisti“.

Siete invitati a leggere il prossimo capitolo per rimanere sintonizzati su questa mini serie di storie comuni e inventate dalla mia fantasia di lettore e scrittore.

PasqualeC

 

         

Print Friendly, PDF & Email
My Blog Vision Sharing
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.